Il Caso.it, Sez. Giurisprudenza, 14077 - pubb. 29/01/2016

Escluso il patto commissorio quando il meccanismo negoziale non consente al soggetto mutuante di lucrare il maggior valore dell'immobile

Appello Bologna, 07 Dicembre 2015. Est. Guidotti.


Obbligazioni e contratti - Contratto di mutuo - Accordo che preveda la vendita di immobili mediante procura rilasciata ad un terzo - Patto commissorio - Esclusione - Fattispecie



Non configura l'ipotesi del patto commissorio di cui all'articolo 2744 c.c. l'operazione che preveda la concessione di un mutuo ipotecario destinato a dare immediata liquidità ai mutuatari, con contestuale vendita di beni immobili non strumentali di loro proprietà al fine di attuare una smobilizzazione intesa a ridurre un'esposizione debitoria eccessiva e difficilmente sostenibile, qualora il meccanismo negoziale non consenta al soggetto mutuante (nel caso di specie una banca) di lucrare, indebitamente e in violazione del citato art. 2744, il maggior valore dell'immobile rispetto all'importo mutuato. (Nel caso di specie, non era previsto che la proprietà dei beni passasse, sia pure per interposta persona, in capo al soggetto mutuante, ma solo che i beni in questione fossero effettivamente venduti a terzi, liberamente e a prezzo minimo di mercato prefissato, tramite rilascio ad un terzo di una procura irrevocabile). (Franco Benassi) (riproduzione riservata)


Segnalazione dell'Avv. Paolo Bontempi


Il testo integrale