Il Caso.it, Sez. Giurisprudenza, 18844 - pubb. 26/01/2018

Compensazione con credito da revocatoria non ancora accolta

Cassazione civile, sez. I, 10 Gennaio 2018, n. 379. Est. Dolmetta.


Fallimento - Accertamento del passivo - Compensazione - Credito da revocatoria ex art. 70 l.f. - Restituzione della somma - Necessità



La struttura del procedimento di verifica del passivo è compatibile con l'esame della compensazione, la quale, se può diventare oggetto di esame nel procedimento di verifica quando è sollevata dagli organi fallimentari, allo stesso modo può diventarlo se è il creditore che partecipa al concorso ad aver effettuato la compensazione, sicchè al giudice residua il potere di escluderla.

Tuttavia, qualora il creditore chieda l'ammissione al passivo di un credito comprensivo dell'importo oggetto di revocatoria ai sensi dell'art. 70, comma 2, l.fall., occorre che venga fornita la prova dell'avvenuta restituzione delle somme oggetto di revocatoria, posto che la citata norma non consente la compensazione con i crediti nascenti da revocatoria che non sia stata ancora accolta. (Franco Benassi) (riproduzione riservata)


Segnalazione dell'Avv. Paola Cuzzocrea


Il testo integrale