Il Caso.it, Sez. Giurisprudenza, 20691 - pubb. 30/10/2018

Trasferimento del lavoratore, trattamento economico aggiuntivo, natura e collegamento con la prestazione

Cassazione civile, sez. IV, lavoro, 12 Settembre 2018, n. 22197. Est. Caterina Marotta.


Trasferimento del lavoratore - Trattamento economico aggiuntivo - Natura retributiva - Condizioni - Collegamento con la prestazione - Necessità



In caso di trasferimento del lavoratore, alle somme erogate a tale titolo deve riconoscersi natura retributiva qualora si tratti di importi compensativi della maggiore gravosità e del disagio morale ed ambientale dell'attività lavorativa prestata presso la nuova sede per adempiere, sia pure indirettamente, gli obblighi della prestazione lavorativa; il collegamento sinallagmatico con detta prestazione rende, infatti, tali importi un adeguamento della retribuzione ai maggiori esborsi sopportati in considerazione delle mutate condizioni ambientali in cui il lavoratore svolge la propria attività. (massima ufficiale)


Il testo integrale