Il Caso.it, Sez. Giurisprudenza, 5031 - pubb. 06/06/2011

Infondata denuncia di vizi, opposizione a decreto ingiuntivo e malafede processuale

Tribunale Mantova, 15 Marzo 2011. Est. Pagliuca.


Procedimento civile - Responsabilità processuale aggravata - Condanna al risarcimento del danno ex articolo 96, comma 3 c.p.c. - Opposizione a decreto ingiuntivo fondata su denunzia di vizi - Descrizione generica dei vizi - Mancata dimostrazione della tempestività della denuncia - Riconoscimento del debito e richiesta di dilazioni di pagamento.



Giustifica la condanna al risarcimento del danno di cui all'articolo 96, comma 3, c.p.c. il comportamento di chi proponga opposizione a decreto ingiuntivo deducendo, con riferimento a forniture di merce, l'esistenza di vizi indicati genericamente, che non tenti di dimostrare la tempestività della relativa denuncia, e che, prima dell'instaurazione del giudizio, aveva sempre riconosciuto il proprio debito senza formulare alcuna eccezione ed anzi chiedendo dilazioni di pagamento. (Franco Benassi) (riproduzione riservata)


Massimario, art. 96 c.p.c.


Il testo integrale