Il Caso.it, Sez. Giurisprudenza, 6315 - pubb. 01/08/2010

.

Cassazione civile, sez. I, 05 Giugno 1985, n. 3356. Est. Finocchiaro.


Società - Di persone fisiche - Società semplice - Rapporti tra soci - Partecipazione ai guadagni e alle perdite - Utili - Credito di valuta - Conseguenze.



Il diritto del socio di una società di persone di percepire, dopo l'approvazione del rendiconto dell'amministratore, la sua parte di utile, in quanto ha ad oggetto una somma di denaro, ha natura di credito di valuta, e, pertanto, ove resti insoddisfatto, a prescindere dalle cause dell'inadempimento dell'obbligato, non è suscettibile di automatico adeguamento per effetto della sopravvenuta svalutazione monetaria, salvo restando il risarcimento dell'eventuale maggior danno, ai sensi e nei limiti di cui allo art. 1224 secondo comma cod. civ.. (massima ufficiale)