Il Caso.it, Sez. Giurisprudenza, 6561 - pubb. 28/09/2011

Tasso extrafido calcolato sull'intero saldo debitore e nullità della clausola

ABF Roma, 10 Gennaio 2011, n. 267. Est. Capponi.


Oneri economici – Interessi – Tasso extrafido – Calcolato non sull’intero saldo debitore – Causa concreta – Mancanza – Anche se il tasso non supera la soglia usuraria.



E’ nulla, perché priva di causa in concreto, la clausola contrattuale che stabilisce che il tasso extrafido sia calcolato non sull’effettivo scoperto di conto, ma sull’intero saldo debitore, anche se il detto tasso non supera la c.d. soglia usuraria di cui alla legge n. 108/1996. (Studio legale Dolmetta, Salomone, Schilirò) (riproduzione riservata)

Nella specie, uno sconfinamento di 28 giorni aveva portato - calcolato sulla base di un saldo debitore pari a 8 milioni di euro -  a un «autonomo» debito per interessi da extrafido pari a 14.810 euro. Il tasso previsto per il caso di permanenza entro il fido saliva al 6,42%; quello per il caso di superamento della linea raggiungeva invece il 12,40%.


Il testo integrale