Il Caso.it, Sez. Giurisprudenza, 9481 - pubb. 26/09/2013

Impresa esercente servizi ambientali e licenziamento per assenza ingiustificata per il periodo minimo previsto dal CCNL; la richiesta del lavoratore di audizione va formulata in termini chiari ed univoci

Tribunale Cosenza, 12 Agosto 2013. .


Lavoro – CCNL di imprese esercenti servizi ambientali – Mancato preavviso assenza dal lavoro – Legittimità del licenziamento.

Richiesta di audizione personale – Formulazione in termini non chiari ed univoci.



La sanzione del licenziamento è espressamente tipizzata dal CCNL, avendo le parti sociali già qualificato come inadempimento grave ed importante, idoneo a recidere il vincolo fiduciario, il periodo minimo di quattro giorni di assenza ingiustificata. Un'assenza priva di preavviso, prolungata nel tempo e mancante di giustificazione lede la fiducia che ripone il datore di lavoro nel dipendente al fine di una corretta esecuzione del servizio pubblico gestito, dovendo l'azienda potere far affidamento sulla continuità e regolarità della prestazione lavorativa. In tale ottica la norma contrattuale impone la comunicazione e la giustificazione prima dell'inizio dell'orario di lavoro proprio allo scopo di consentire l'adozione di adeguate misure organizzative. (Alessandro Cortese) (riproduzione riservata)

La volontà di essere ascoltato deve essere comunicata in termini univoci, a tutela dell'affidamento del datore di lavoro, il quale non può essere esposto ingiustamente al rischio di sentirsi dichiarare illegittimo il licenziamento per un vizio di procedura determinato, fra l'altro, proprio dal contenuto incerto e poco chiaro della comunicazione del lavoratore. (Alessandro Cortese) (riproduzione riservata)


Segnalazione dell'Avv. Alessandro Cortese



Il testo integrale