Il Caso.it, Sez. Giurisprudenza, 19338 - pubb. 21/03/2018

Tribunale Roma, 10 Marzo 2018. .


Ammortamento alla francese - Taeg - Determinazione - CTU



Per determinare il Taeg, unica e sola grandezza da rapportare alla soglia di legge, occorre valutare il tasso di interesse effettivo, tenendo conto dell'effetto anatocistico insito nell'ammortamento francese; bisogna quindi ponderare l'incidenza dei costi correlati all'erogazione del credito e, da ultimo, atteso l'indubbio assoggettamento alla Legge 108/96 anche degli interessi moratori, considerare la maggiorazione (o spread) all'uopo contrattualizzata (senza, quindi, alcuna "sommatoria").
Il risultato così ottenuto va, infine, raffrontato con il tasso soglia vigente alla stipula.
Nel caso specifico, il CTU ha accertato un valore pari al 9,11% a fronte di un TSU pari al 8,9%.
Il mutuo è quindi inficiato da usura ab origine ed è pertanto da ritenersi gratuito ex art. 1815, secondo comma c.c. (Giuseppe De Simone) (riproduzione riservata)


Il testo integrale